Archivio Primo Piano

DL RILANCIO, TREU: SERVONO 3 AZIONI STRATEGICHE
/ Categorie: Primo Piano, Segnalazioni

DL RILANCIO, TREU: SERVONO 3 AZIONI STRATEGICHE

Il CNEL esprime apprezzamento per il grande sforzo compiuto dal Governo e per le ingenti risorse stanziate per venire incontro ai bisogni di lavoratori, imprese e famiglie. Tuttavia, il provvedimento, pur comprendendo le difficili circostanze nelle quali si colloca, manca di una visione strategica dello sviluppo del Paese. Le crisi fanno emergere i problemi di fondo di un sistema economico e sociale, e in particolare, tornano in evidenza quei vincoli strutturali che impediscono di liberare energie, generare sviluppo e crescere. Le crisi sono occasioni per indirizzare le scelte per lo sviluppo”.

 

Ad affermarlo è Tiziano Treu, presidente del CNEL, annunciando l’approvazione in assemblea del Documento di Osservazioni e Proposte sulla memoria al decreto Rilancio che sarà depositato nelle prossime ore in Parlamento.


1. “Gli interventi emergenziali devono necessariamente essere collegati con quelli di medio-lungo termine. Un progetto di rilancio del Paese, che gestisca le grandi transizioni digitali, ambientali e demografiche, non può prescindere da un rinnovato coinvolgimento degli attori economici e sociali del Paese nelle sue varie articolazioni. Questo progetto dovrà essere avviato quanto prima, anche anticipando la discussione sulla Legge di Bilancio”, aggiunge Treu che spiega:


2. “I tre principali assi di intervento strategico, a cui il CNEL si impegna a contribuire sono il disegno di una politica industriale del Paese in grado di gestire le grandi transizioni citate che ci aspettano nel contesto europeo; una grande operazione redistributiva volta a riformare il sistema fiscale e il welfare per combattere le diseguaglianze; un’operazione strutturale di semplificazione delle regole e delle procedure amministrative necessarie per liberare le energie del Paese e per rendere possibile la piena e tempestiva attuazione delle riforme necessarie allo sviluppo”.

 

3. “Gli interventi strutturali devono necessariamente essere accompagnati da misure di carattere sociale. Il connubio tra economia e welfare è imprescindibile e devono viaggiare di pari passo. Per il rilancio del Paese è fondamentale una visione di insieme degli interventi strategici, tenendo conto delle decisioni Ue. La proposta della Commissione UE di ieri rappresenta un importante risultato per il nostro Paese, il CNEL ha molto sollecitato l’Europa in tal senso, occorre continuare in questa direzione”, conclude il presidente Treu.

Articolo Precedente COMUNICATO N. 48 DEL 27 MAGGIO 2020 - DL RILANCIO, TREU (CNEL): SERVONO 3 AZIONI STRATEGICHE
Articolo Successivo SICUREZZA STRADALE, GUALACCINI: PUNTARE SU MOBILITA’ DOLCE PER RIPARTENZA
Stampa
446 Valuta questo articolo:
Nessuna valutazione

Name:
Email:
Subject:
Message:
x

Cerca nell'Archivio

Calendario

«luglio 2020»
lunmarmergiovensabdom
293012345
67
1277

PELUFFO: ENTI LOCALI STRATEGICI NELLA RIPARTENZA, MA MANCANO RISORSE UMANE

L'intervento del Segretario Generale al Forum PA 2020 dove ha presentato la Relazione al Governo e al Parlamento del CNEL sulla qualità dei servizi pubblici e l'impatto del Covid sulle amministrazioni pubbliche assieme al prof. Emanuele Padovani

Read more
89101112
13141516171819
20212223242526
272829303112
3456789