Archivio Primo Piano

IL PARERE DEL CNEL SULLA NOTA DI AGGIORNAMENTO AL DEF 2018
/ Categorie: Primo Piano, Segnalazioni

IL PARERE DEL CNEL SULLA NOTA DI AGGIORNAMENTO AL DEF 2018

Occorre attenzione sulla sostenibilità complessiva della manovra, in particolare per ciò che riguarda il rapporto deficit/PIL, tenuto conto di come un graduale rientro del debito appaia la via maestra per generare risorse per investimenti e aumentare la domanda aggregata e l’occupazione. Può essere condivisa la decisione del Governo di proporre un profilo decrescente del disavanzo per il triennio 2019-2021 dopo il picco di extradeficit previsto nel 2019”.

E’ quanto si legge nel Parere sulla Nota di Aggiornamento al Decreto di Economia e Finanza 2018 (DEF), deliberato oggi all’unanimità dei presenti dall’Assemblea del Consiglio Nazionale dell’Economia e del Lavoro, riunita oggi nella sede di Villa Lubin in Roma, sotto la presidenza del presidente sen. prof. Tiziano Treu

Comunque, appare rischioso attuare un’inversione di rotta rispetto agli impegni assunti in sede internazionale ed europea, se le risorse che si determinerebbero per questa via non venissero impegnate integralmente per potenziare una ripresa duratura della crescita. In tale contesto, la scelta del 2,4% potrebbe risultare sostenibile solo se transitoria e mirata in via assolutamente prevalente a destinare risorse aggiuntive agli investimenti e al conseguente aumento della crescita potenziale”, si legge ancora del testo. 

Sui temi fiscali, “il CNEL auspica un intervento più generale volto a ricostituire un complessivo patto economico sociale, mirato in particolare alla riduzione del cuneo fiscale, al contrasto dell’economia sommersa e dell’evasione ed elusione fiscale. E’ positiva una progressiva riduzione della pressione fiscale su famiglie e imprese, in particolare Pmi e artigiane. La proposta di una flat tax al 15% per le partite Iva andrebbe altresì coordinata con altri strumenti, in particolare con la riduzione del cuneo fiscale sul lavoro dipendente, anche al fine di evitare sperequazioni e fenomeni distorsivi ed elusivi”. 

In relazione al reddito di cittadinanza, “le proposte presentate dal Governo, con un impegno considerevole di risorse finanziare, non possono che apparire in questo contesto una positiva evoluzione negli strumenti di contrasto alla povertà. Il CNEL raccomanda che l’implementazione della misura avvenga secondo criteri adeguati in termini di condizionalità, reinserimento lavorativo, prova dei mezzi, congruità dell’offerta di lavoro, individuazione - senza discriminazioni illegittime - della platea dei beneficiari”.

Sul fronte delle pensioni, “I principi sottesi alle ipotesi di accrescere la flessibilità in uscita verso il pensionamento siano razionali, in linea teorica, e sostanzialmente condivisibili”. 

L’Assemblea ha anche ratificato il documento preliminare sulle scelte strategiche da perseguire nel medio termine per la ripresa duratura dell’economia italiana.

 

Leggi il testo integrale del Parere

Articolo Precedente Pensioni. TREU: "Su quelle d'oro attenzione a profili di costituzionalità"
Articolo Successivo PUBBLICATO IL NUOVO NUMERO DEL NOTIZIARIO SUL MERCATO DEL LAVORO
Stampa
434 Valuta questo articolo:
Nessuna valutazione

Name:
Email:
Subject:
Message:
x

Cerca nell'Archivio

Calendario

«ottobre 2018»
lunmarmergiovensabdom
2425
381

ORARI ESERCIZI COMMERCIALI: PENSARE AD UNA REGOLAMENTAZIONE MINIMA

L’audizione del Presidente del Cnel alla X Commissione della Camera dei Deputati 

Read more
2627282930
123
388

L’IMPORTANZA DELLA BLOCKCHAIN PER LE POLITICHE DEL LAVORO

È il tema del primo Quaderno scientifico del Cnel a firma di Silvia Ciucciovino e Michele Faioli dell’Università degli Studi di Roma Tre

Read more
45
390

DEF, CNEL: 6 AREE DI INTERVENTO PER RILANCIO PAESE

Condividiamo la visione di un Paese che investe, cresce, riduce gli inaccettabili divari esistenti, in marcia, unito, efficiente ed inclusivo, capace di creare opportunità per i giovani e di tutelare tutte le generazioni. Chiediamo di orientare il Paese nella direzione necessaria a realizzare una crescita costante, vicina a quella di altri Paesi UE, e a imboccare un percorso credibile di riduzione del debito pubblico”.

 

Read more
67
89
402

Pensioni. TREU: "Su quelle d'oro attenzione a profili di costituzionalità"

“Le proposte di intervento retroattivo sugli assegni pensionistici pongono il problema della legittimità di operazioni che incidono sui diritti patrimoniali di una platea ristretta di soggetti, i quali sarebbero destinatari di un intervento che contrasta con il principio costituzionale di uguaglianza e con il principio costituzionale che pone a fondamento del prelievo tributario la capacità contributiva”.
Read more
1011
400

PUBBLICATO IL NUOVO NUMERO DEL NOTIZIARIO SUL MERCATO DEL LAVORO

Curato dall’Ufficio di supporto agli organi collegiali del Cnel propone analisi sulla Nota di aggiornamento al DEF, i Centri per l’impiego, il welfare bilaterale e le principali novità normative

 

Read more
121314
15161718192021
22232425262728
2930311234