Archivio Primo Piano

IL PARERE DEL CNEL SULLA LEGGE DI BILANCIO
/ Categorie: Primo Piano, Segnalazioni

IL PARERE DEL CNEL SULLA LEGGE DI BILANCIO

Il CNEL rinnova al Governo l’invito, già lanciato ad inizio ottobre in fase preliminare, a valutare la sostenibilità complessiva della manovra, in particolare per ciò che riguarda il rapporto deficit/PIL, le politiche per la produttività e il contrasto alla povertà. Esprime inoltre la convinzione che la Commissione Europea possa nuovamente tener conto dell’eccezionalità delle condizioni del territorio italiano dopo gli eventi climatici catastrofici, chiedendo di scorporare dal patto di stabilità i parametri relativi all’opera di ricostruzione e manutenzione delle infrastrutture”. 

Lo ha affermato il presidente del Tiziano Treu, nell’audizione sul DDL Bilancio in Parlamento davanti alle Commissioni riunite di Bilancio di Camera e Senato, presentando il documento approvato dall’Assemblea del Consiglio Nazionale dell’Economia e del Lavoro nella seduta dell’8 novembre. 

“La scelta di accrescere il disavanzo al 2,4% è in linea di principio sostenibile ma solo se transitoria e mirata in via assolutamente prevalente a destinare risorse aggiuntive agli investimenti - ha aggiunto - Servono progetti organici di politica industriale rivolti a una crescita sostenibile e ricca di potenzialità per l’occupazione. A tale riguardo il CNEL ricorda che il Governo italiano non ha ancora dato seguito alla raccomandazione europea di istituire in ogni Paese il National Competitiveness Board, del quale proprio il CNEL è candidato ad essere sede istituzionale”. 

“Il Consiglio non condivide il depotenziamento delle misure a supporto dell’innovazione nell’impresa (incentivi industria 4.0, risorse per ricerca e sviluppo, Centri di Competenza e Digital Hubs e altro) e considera indispensabile assicurare un forte impulso all’attuazione della riforma e al potenziamento della Pubblica Amministrazione”, ha sottolineato il presidente Treu. 

“Nel ricordare che le politiche fiscali possono essere uno strumento di redistribuzione e un veicolo di sviluppo, nel parere si valuta positivamente la sterilizzazione degli aumenti delle aliquote dell’IVA precedentemente introdotti e ricompresi nei quadri macroeconomici, dei quali le associazioni rappresentate nel CNEL auspicano il completo riassorbimento nei prossimi anni. Non si ritengono sufficienti le azioni per l’occupazione, ribadendo come la via maestra per abbattere le disuguaglianze e contrastare la povertà sia il lavoro. Il Consiglio ritiene indispensabile: prorogare ed estendere il credito di imposta per la formazione di lavoratori coinvolti in piani di innovazione (Industria 4. 0); migliorare la politica dei percorsi di alternanza scuola-lavoro; rafforzare in particolare i percorsi di formazione tecnica; potenziare i fondi comunitari e nazionali per la formazione continua”, ha continuato. 

“Non mancano apprezzamenti, come quello per l’attenzione mostrata dal Governo verso il contrasto della povertà e delle disuguaglianze; per il sostegno alle politiche attive del lavoro e, nello specifico, il rafforzamento dei centri per l’impiego; per la scelta di avviare azioni utili ad espandere, accelerare e rendere più efficiente la spesa per investimenti pubblici e per  la proposta attivazione di una task force specificamente dedicata a contrastare il declino degli investimenti, particolarmente grave nel Mezzogiorno”, ha concluso. 


Scarica il testo integrale del Parere




 

 

 

Articolo Precedente COMUNI, LE SPESE AMMINISTRATIVE COSTANO 157 EURO PER ABITANTE
Articolo Successivo SVIMEZ, PELUFFO: IL MEZZOGIORNO QUESTIONE NAZIONALE
Stampa
287 Valuta questo articolo:
4.0

Name:
Email:
Subject:
Message:
x

Cerca nell'Archivio

Calendario

«marzo 2019»
lunmarmergiovensabdom
252627281
585

COME STA CAMBIANDO IL MERCATO DEL LAVORO

Il nuovo numero del Notiziario sul Mercato del Lavoro analizza le principali novità contenute nella legge di bilancio 2019 e alcuni dei temi di maggiore attualità

Read more
23
45678
590

PARITÀ DI GENERE, AL CNEL ISTITUITO IL PRIMO FORUM NAZIONALE

La presentazione con le vicepresidenti di Senato e Camera, Rossomando e Spadoni

Read more
910
111213
593

DDL SALARIO MINIMO, TREU: DIALOGARE E COINVOLGERE PARTI SOCIALI

L'audizione del Presidente del CNEL alla Commissione Lavoro e Previdenza sociale del Senato

Read more
14
595

L’ASSEMBLEA APPROVA IL CODICE ETICO

Gualaccini: è l'attuazione concreta dell'art. 54 della Costituzione

Read more
151617
18192021222324
25262728293031
1234567