Archivio Primo Piano

L’EUROPA DEL FUTURO SECONDO GLI ITALIANI
/ Categorie: Primo Piano

L’EUROPA DEL FUTURO SECONDO GLI ITALIANI

Gli italiani, ed in particolare i giovani, guardano con fiducia al futuro dell’Europa, che considerano un punto riferimento nella ricerca di soluzioni efficaci ai problemi dell’economia, del lavoro e del welfare, alla tutela ambientale e dei diritti personali che riguardano i cittadini di tutti gli Stati membri. È lo scenario che emerge dalla consultazione pubblica sul futuro dell’Europa promossa dal Consiglio Nazionale dell’Economia e del Lavoro i cui risultati saranno presentati martedì 9 aprile alle ore 14 nella sala del Parlamentino di Villa Lubin. 


I lavori saranno introdotti dal Presidente del CNEL Tiziano Treu, dai due vice, Gianna Fracassi e Elio Catania e dal Capo della Rappresentanza in Italia della Commissione Europea Beatrice Covassi. La presentazione dei risultati della consultazione, a cui hanno risposto quasi 13.500 cittadini, sarà a cura del Segretario Generale CNEL, Paolo Peluffo e dal sondaggista Antonio Noto. Alle ore 15.00 Letcio magistralis di Romano Prodi su “Il futuro dell’Europa: problemi e prospettive”. Seguirà un dibattito con alcuni rappresentanti delle associazioni presenti al CNEL che hanno contribuito ai risultati della consultazione. 

La consultazioneprevista dall'art. 10 del Regolamento degli Organi del CNEL (approvato dall’Assemblea nella seduta del 12 luglio 2018), è stata predisposta nell'ambito di un progetto di ascolto dei cittadini promosso dalla Comunità Europea e in accordo con il CESE, il Comitato Economico e Sociale Europeo, per raccogliere il parere e le aspettative sul futuro dell'Unione Europea di tutti i cittadini europei. 


Quattro gli ambiti su cui i cittadini sono stati chiamati ad esprimersi attraverso la compilazione di un questionarioPrincipi fondamentali dell'Unione Europea; Politiche economiche; Politiche sociali e Digitalizzazione. Ogni ambito di riferimento, attraverso 17 semplici domande a risposta multipla, viene raffinato in raggruppamenti concettuali di secondo livello tra cui il mercato unico, l'unione monetaria, la politica estera e la difesa, il fisco, il lavoro, la salute, l'istruzione e formazione, l'immigrazione, le politiche giovanili, lo sviluppo sostenibile, la privacy e il diritto d'autore, l'identità digitale e il sistema amministrativo transfrontaliero.


Scarica l'invito 

Articolo Precedente IL FUTURO DELL'IMPRESA TRA IL LAVORO CHE CAMBIA E LA COMPETITIVITÀ
Articolo Successivo GLI ITALIANI VOGLIONO UN’EUROPA VICINA AI CITTADINI
Stampa
628 Valuta questo articolo:
Nessuna valutazione

Documenti da scaricare

Name:
Email:
Subject:
Message:
x

Cerca nell'Archivio

Calendario