Archivio Primo Piano

DEF 2019, CNEL: URGENTE ALLEGGERIRE CARICO FISCALE SUL LAVORO
/ Categorie: Primo Piano, Segnalazioni

DEF 2019, CNEL: URGENTE ALLEGGERIRE CARICO FISCALE SUL LAVORO

E’ imprescindibile un intervento fiscale in direzione di una progressività effettiva, che alleggerisca il carico fiscale sul lavoro e gli investimenti”. Lo ha detto il presidente del CNEL Tiziano Treu, intervenendo oggi all’audizione sul DEF2019 alle Commissioni congiunte Bilancio del Senato della Repubblica e della Camera dei Deputati.

Il Consiglio Nazionale dell’Economia e del Lavoro auspica la messa in cantiere di una vera riforma concepita per contrastare le disuguaglianze rispettando il principio costituzionale di equa contribuzione basata sulla capacità economicaè scritto nella memoria depositata in Parlamento. Il CNEL condivide l’urgenza di intervenire sul cuneo fiscale sul lavoro, come richiesto anche dalla Commissione europea, ma segnala che questo non può avvenire mediante lo spostamento dalla fiscalità diretta a quella indiretta. Le organizzazioni del mondo produttivo non condividono l’implicito auspicio della Commissione europea all’aumento delle aliquote dell’IVA, anche quelle intermedie e agevolate”.

Fondamentali nell’elaborazione di questo primo documento presentato dal Consiglio sono state le audizioni svolte presso il CNEL

In vista del Documento di Economia e Finanza - ha ricordato il Segretario Generale Paolo Peluffo nel corso dell’audizione - il CNEL ha già svolto una serie di audizioni e ne svolgerà altre con gli assessori regionali per provare a produrre un allineamento tra il ciclo della produzione delle Regioni e quello dello Stato”. 

Con questo documento il CNEL ha posto l’attenzione su alcuni temi fondamentali, come la crisi demografica, che peraltro ha trovato d’accordo alcuni membri della Commissione intervenuti in proposito con una domanda specifica al presidente Treu sull’impatto della denatalità sul mercato del lavoro. “Il CNEL pone l’accento sulla crisi demografica, forse il più importante problema strutturale del nostro Paese. Le energie che vengono poste per affrontare gli effetti di lungo periodo dell’assottigliamento delle coorti attive, dell’aumento dell’indice di vecchiaia (rapporto tra popolazione oltre i 65 anni e la popolazione con meno di 15 anni), degli indicatori di dipendenza, sono inferiori al necessario e del tutto insufficienti all’inversione della curva”, si legge ancora nel documento. 

Fattori-chiave indispensabili per impostare le necessarie politiche di crescita devono muovere il Paese attorno a grandi temi aggreganti: l’innovazione come motore di sviluppo, la sostenibilità ambientale/sociale, la mobilità. Le 12 ZES possono, in questo senso, rappresentare laboratori di sperimentazione. Il DEF non prevede risorse che diano fiato a una nuova politica industriale, in un quadro che sia ritenuto dagli operatori stabile e affidabile. Le misure per la crescita sono rinviate al “decreto crescita” e al decreto “sblocca cantieri”, il sistema di governance è basato su cabine di regia che non prevedono né forme di integrazione istituzionale, né la partecipazione delle Parti sociali”, ha sottolineato il CNEL. 

Il CNEL guarda, inoltre, con interesse alle intenzioni del Governo in materia di sviluppo dei settori chiave per l’innovazione digitale, anche in ambito pubblico, e ricorda che presso il Consiglio è istituito l’osservatorio italiano sulla tecnologia blockchain, che ha l’obiettivo di studiarne le potenzialità applicative nel campo sociale e del lavoro ed evidenziarne le implicazioni tecnologiche e normative. Il CNEL ribadisce che l’innovazione è essenziale per attivare la crescita e spingere le imprese a creare nuova occupazione”, ha concluso.

Leggi il documento completo 

Articolo Precedente DEF 2019, CNEL: URGENTE ALLEGGERIRE CARICO FISCALE SUL LAVORO
Articolo Successivo CONTRATTI: ANNUNCIATO AL SENATO IL DDL CNEL SU CODICE UNICO CON INPS
Stampa
347 Valuta questo articolo:
Nessuna valutazione

Name:
Email:
Subject:
Message:
x

Cerca nell'Archivio

Calendario

«luglio 2019»
lunmarmergiovensabdom
24
719

IL DDL DEL CNEL SULL'ABOLIZIONE DEL DIVIETO DI DOPPIA ISCRIZIONE AI CORSI LAUREA

Treu: la proposta intende rafforzare la libertà di scelta degli studenti, costituendo in capo ad essi un nuovo diritto soggettivo

Read more
25
721

PARI OPPORTUNITÀ, UN DDL DEL CNEL PER MODIFICARE IL CODICE

La proposta, presentata su iniziativa della Vicepresidente Fracassi, ha l'obiettivo di diminuire il gap retributivo di genere
Read more
2627282930
12
733

SINDACATI E ASSOCIAZIONI: L’ABOLIZIONE DEL CNEL RESTRINGE GLI SPAZI DI DEMOCRAZIA

Un documento congiunto delle parti sociali e le forze produttive contro il Disegno di legge presentato al Senato.

Read more
34567
89101112
742

LAVORO, IL SALARIO MINIMO TRA I TEMI DEL NUOVO NOTIZIARIO CNEL

La pubblicazione è realizzata dall’Ufficio di supporto agli organi collegiali

Read more
1314
1516171819
751

ANALISI CNEL-INPS SU DIMENSIONE E QUALITÀ DEI CCNL

I dati e gli sviluppi futuri presentati in un seminario con i presidenti Treu e Tridico, il Sottosegretario al Lavoro Cominardi, il consigliere Lucifora e il dirigente INPS Montaldi.

Read more
2021
22232425262728
2930311234