Archivio Primo Piano

LE RETI DI TRASPORTO TRANS-EUROPEE: LE OPPORTUNITA’ PER L’ITALIA
/ Categorie: Primo Piano, Segnalazioni

LE RETI DI TRASPORTO TRANS-EUROPEE: LE OPPORTUNITA’ PER L’ITALIA

“L’Italia può assumere un ruolo strategico nel traffico euro-mediterraneo delle merci con la sua infrastruttura logistica e le reti di trasporto”. Lo ha affermato il Presidente del Cnel Tiziano Treu aprendo il convegno “Le reti di trasporto trans-europee. I corridoi e i progetti italiani” promosso e organizzato dal CESE, il Comitato Economico e Sociale Europeo, a Roma presso il CNEL. È seguita la relazione introduttiva del Vice Presidente della Sezione TEN del CESE Alberto Mazzola. Poi gli interventi del Capo della Struttura Tecnica di Missione del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti Giuseppe Catalano, del Responsabile infrastrutture e trasporti dell’Area Politiche Industriali della CGIL Sergio Genco e del Presidente di Adiconsum Carlo De Masi.

 Durante il dibattito sono state esaminate le future potenzialità delle Reti TEN-T sia a livello italiano che europeo e globale.

È un ruolo chiave quello che il trasporto ferroviario svolgerà nei prossimi decenni in quanto più sostenibile di quello su gomma e aereo. Secondo gli obiettivi dell’Unione Europea, entro il 2030 il 30% dei trasporti merci oltre i 300 km verrà effettuato con treno o lungo vie navigabili (percentuale che salirà al 50% entro il 2050), sarà triplicata l'attuale rete ferroviaria AV europea e saranno ridotte del 50% le autovetture alimentate con carburanti tradizionali nei trasporti urbani.

L’Italia si trova in una posizione strategica essendo interessata da quattro dei nove corridoi della rete core TEN-T: Reno-Alpi, Mediterraneo, Corridoio Scandinavia-Mediterraneo e il Baltico-Adriatico, fondamentali per incrementare le connessioni fra i mercati europei. 

“È fondamentale completare le opere più urgenti per il sistema Paese. Lo scenario che emerge dal contesto europeo delinea per l’Italia un quadro di grande opportunità. Nei prossimi mesi è in programma una revisione della struttura delle Reti di trasporto europee in cui le 4 grandi reti italiane possono giocare un ruolo di primo piano. Sono decisive risorse e investimenti in particolare per potenziare la dorsale tirreno-adriatica e il collegamento con il Sud”, ha concluso Treu. 

Lo sviluppo dei Corridoi europei TEN-T sarà volano anche per la Belt and Road Initiative (la Nuova Via della Seta promossa dalla Cina), che sta indirizzando ingenti investimenti infrastrutturali verso l'Europa orientale. Nei prossimi anni, infatti, i porti e le rotte terrestri che guardano all'Asia aumenteranno la loro influenza.

Articolo Precedente Mercoledì 18 dicembre l'Assemblea del CNEL
Articolo Successivo CNEL, L'ASSEMBLEA APPROVA IL BILANCIO DI PREVISIONE 2020
Stampa
204 Valuta questo articolo:
Nessuna valutazione

Name:
Email:
Subject:
Message:
x

Cerca nell'Archivio

Calendario

«gennaio 2020»
lunmarmergiovensabdom
30311234
987

MOBILITÀ LAVORATIVA IN EUROPA OSTACOLATA DALLE DIFFERENZE CONTRATTUALI

Il dato emerge dalle prime analisi del progetto Colbar-Europe. Cavallini (Cnel): "Per la prima volta abbiamo un’analisi comparata degli istituti contrattuali in tutti i Paesi UE"

Read more
5
67891011
995

SERVIZI PUBBLICI: AUMENTA IL DIVARIO NORD-SUD

Il dato emerge dalla Relazione 2019 del CNEL al Parlamento e al Governo sulla qualità dei servizi erogati dalle PA centrali e locali che sarà presentata il 15 gennaio. Interverrà la Ministra Fabiana Dadone

Read more
12
13141516171819
1006

TREU: IL CNEL SEDE NATURALE PER IL COMITATO PER LA PRODUTTIVITÀ

Già operativo in 10 Paesi UE, è strategico per sostenere la politica economica
Read more
20212223242526
272829303112
3456789