Archivio Primo Piano

IL FUTURO DELL'IMPRESA TRA IL LAVORO CHE CAMBIA E LA COMPETITIVITÀ
/ Categorie: Primo Piano

IL FUTURO DELL'IMPRESA TRA IL LAVORO CHE CAMBIA E LA COMPETITIVITÀ

Oltre 3 milioni di lavoratori - ma si arriva a 5.2 se si considera il reddito annuale invece di quello mensile - e 2.2 milioni di famiglie risultano povere nonostante almeno un componente sia occupato. Sono due dati che emergono dal XX Rapporto "Mercato del lavoro e contrattazione collettiva”, elaborato dal Consiglio Nazionale dell'Economia e del Lavoro in collaborazione con ANPAL e INAPP che sarà presentato venerdì 28 marzo a Milano, presso la Fondazione Giangiacomo Feltrinelli.

Presso la Fondazione Feltrinelli, in via Pasubio, convegno su "Il futuro dell'impresa tra il lavoro che cambia e la competitività". Dopo i saluti di Massimiliano Tarantino, Segretario generale della Fondazione e l'introduzione del presidente del CNEL Tiziano Treu, sono previsti gli interventi del prof. Claudio Lucifora, consigliere del Cnel e docente dell'Università Cattolica; di Massimo Bottelli di Assolombarda e dell'assessore Politiche del lavoro, Attività produttive, Commercio e Risorse umane del Comune di Milano Cristina Tajani. Coordina la giornalista dell'Agenzia ANSA, Marcella Merlo.

Il Rapporto analizza le dinamiche del mercato del lavoro dopo la crisi, le novità istituzionali introdotte negli anni recenti con le riforme dei rapporti di lavoro e le misure di contrasto. 

Secondo i dati illustrati, la diffusione della povertà tra i lavoratori è legata alla persistente bassa competitività del sistema, al minor numero di ore lavorate, alla precarietà dell’occupazione, all’impiego di manodopera poco qualificata e alle scelte di alcune aziende per contenimento dei costi. Nel periodo compreso tra il 2014 e il primo semestre 2018, la crescita dell’occupazione, oltre che al part-time, resta ancorata ai lavori a tempo determinato che sono aumentati del +35%, pari a 800mila lavoratori. Crescita moderata si registra per i lavori a tempo indeterminato (+460 mila) mentre risulta un calo deciso del lavoro autonomo (-117 mila). Dal punto di vista della qualità del lavoro e dei contratti, il Rapporto rileva come sia cresciuto il part-time involontario (soprattutto per le donne e nel Mezzogiorno) e come sia diminuita la qualificazione professionale e gli occupati con qualificazione medio alta. Partendo da questi numeri, appaiono coerenti le misure di sostegno adottate dai Governi negli ultimi anni: dalla social card al Sostegno Inclusione Attiva passando per il REI e arrivando oggi al Reddito Minimo e al Reddito di Cittadinanza. 

Con questo evento prende il via un ciclo di incontri che prevede la presentazione del Rapporto "Mercato del lavoro e contrattazione collettiva” in diverse città italiane.

Scarica e leggi il Rapporto "Mercato del lavoro e contrattazione collettiva”

 

Articolo Precedente DAL CNEL DUE PROPOSTE DI LEGGE SU CODICE CCNL E COMITATO PRODUTTIVITÀ
Articolo Successivo L’EUROPA DEL FUTURO SECONDO GLI ITALIANI
Stampa
350 Valuta questo articolo:
Nessuna valutazione

Documenti da scaricare

Name:
Email:
Subject:
Message:
x

Cerca nell'Archivio

Calendario

«giugno 2019»
lunmarmergiovensabdom
27
683

IN PREPARAZIONE UN DDL DEL CNEL SULLE TUTELE PER I LAVORATORI AUTONOMI

Ci sta lavorando la Consulta sul lavoro autonomo e le professioni istituita presso il Consiglio

Read more
28
684

LA DENATALITÀ TRA I PRINCIPALI PROBLEMI STRUTTURALI DEL PAESE

Fracassi, vicepresidente Cnel: "Servono interventi sull’occupazione femminile, investimenti sulle politiche sociali e servizi all’infanzia e all’istruzione e occorre favorire le politiche di conciliazione vita-lavoro"
Read more
2930
691

L'ASSEMBLEA APPROVA DUE PROPOSTE DI LEGGE SU UNIVERSITÀ E GAP GENDER

La prima riguarda la modifica all’articolo 142 del Regio decreto n.1592/1933. La seconda il contrasto alle discriminazioni di genere nel rapporto lavorativo tra uomini e donne

Read more
3112
3456789
10111213
697

MATTARELLA AL CNEL PER L’INCONTRO SUL FUTURO DELL’EUROPA

Il Presidente della Repubblica ha presenziato alla Riunione annuale dei Comitati economici e sociali della UE e del Cese

Read more
141516
171819
712

CONSIGLI ECONOMICI, L'AGENDA 2030 SIA PRIORITARIA PER L'UE

Le conclusioni della Riunione dei Presidenti e dei Segretari Generali dei Consigli Economici e del CESE che si è svolta al CNEL

Read more
20
713

UE, CONSIGLI ECONOMICI: AGENDA 2030 SIA PRIORITARIA

L’Agenda 2030, adottata dalle Nazioni Unite il 25 settembre 2015 e approvata dall'Unione europea, deve essere la priorità generale e incontestabile dell'Unione europea per il prossimo decennio”.

Read more
212223
24
719

IL DDL DEL CNEL SULL'ABOLIZIONE DEL DIVIETO DI DOPPIA ISCRIZIONE AI CORSI LAUREA

Treu: la proposta intende rafforzare la libertà di scelta degli studenti, costituendo in capo ad essi un nuovo diritto soggettivo

Read more
25
721

PARI OPPORTUNITÀ, UN DDL DEL CNEL PER MODIFICARE IL CODICE

La proposta, presentata su iniziativa della Vicepresidente Fracassi, ha l'obiettivo di diminuire il gap retributivo di genere
Read more
2627282930
1234567