Archivio Primo Piano

SEMPLIFICAZIONI, CNEL: RIDURRE LE NORME E PUNTARE SUL DIGITALE
/ Categorie: Primo Piano

SEMPLIFICAZIONI, CNEL: RIDURRE LE NORME E PUNTARE SUL DIGITALE

Gli interventi normativi introdotti in Italia negli ultimi anni non sono stati sufficienti a migliorare la qualità dei processi organizzativi interni alla PA né a garantire una certa soddisfazione da parte degli utenti. Questo ha impedito l’affermarsi di una vera e propria opera di razionalizzazione dei processi decisionali e ha determinato interventi sporadici, spesso disordinati, volti ad eliminare fasi di procedimento, più che a semplificarle”. Ad affermarlo è Tiziano Treu, presidente del CNEL, che commenta il Documento di Osservazioni e proposte del CNEL sulla semplificazione, approvato dal Consiglio di Presidenza del CNEL. 

Il CNEL ritiene opportuno intervenire su 4 aree tematiche: la prima sul rafforzamento e la valorizzazione delle competenze del personale della PA, la seconda sulla riduzione dei tempi per l’esercizio dell’autotutela della PA e il codice unico dei contratti collettivi nazionali di lavoro (su questo tema il CNEL ha presentato un ddl in discussione in Parlamento); la terza area riguarda i processi prioritari da rivedere, quali ad esempio la revisione del codice degli appalti, la modifica del reato di abuso d’ufficio e il ruolo di ANAC; la quarta è sull’implementazione e sviluppo delle piattaforme digitali e dell’identità digitale.

Digitalizzazione e interoperabilità delle banche dati sono assi prioritari da cui partire. Sotto il profilo metodologico e attuativo, è poi necessario, per ciascun progetto, dettagliare azioni specifiche e tempistica, prevedere verifiche semestrali sullo stato di avanzamento da parte di ogni amministrazione, con un osservatorio partecipato dalle parti sociali relativamente ai progetti di maggiore portata. Tale osservatorio potrebbe essere istituito al CNEL - sottolinea Treu - Tutti gli interventi di semplificazione non possono e non devono avvenire a discapito della legalità”.

Con riferimento al rapporto tra lo Stato, i cittadini e le imprese, è prioritario che venga garantita la stabilità degli interventi posti in essere dalle Amministrazioni per un periodo medio-lungo. La definizione e la stabilità del perimetro in cui operare sono condizioni essenziali per gli investimenti e per la programmazione e l’organizzazione del lavoro. Nel rispetto del principio di trasparenza, è essenziale la costruzione di un portale unico per tutte le amministrazioni in cui siano pubblicati gli interventi previsti dai singoli provvedimenti adottati, il cronoprogramma per la realizzazione degli interventi previsti, lo stato di avanzamento dell’attuazione degli stessi ogni 6 mesi, i costi sostenuti per la realizzazione e l’indicazione dei risultati attesi e raggiunti”, si legge ancora nel documento.

Scarica il Documento di Osservazioni e proposte del CNEL sulle semplificazioni

Articolo Precedente Simplifications: reducing regulations and pointing on digital
Articolo Successivo GLI AUGURI DI TREU A PIERPAOLO BOMBARDIERI, NEO SEGRETARIO GENERALE UIL
Stampa
545 Valuta questo articolo:
Nessuna valutazione

Documenti da scaricare

Name:
Email:
Subject:
Message:
x

Cerca nell'Archivio

Calendario