Archivio Primo Piano

COSTITUITI LA CONSULTA LAVORO AUTONOMO E L’OSSERVATORIO SULLA LEGALITA’
/ Categorie: Primo Piano, Segnalazioni

COSTITUITI LA CONSULTA LAVORO AUTONOMO E L’OSSERVATORIO SULLA LEGALITA’

Nell’ambito delle Commissioni del CNEL, creati due nuovi organismi interni per approfondire due temi di grande attualità.

Per sviluppare al meglio alcuni temi di grande attualità, emersi dai primi lavori delle Commissioni della X consiliatura, come il lavoro autonomo e l’evoluzione delle professioni e gli effetti dei fenomeni corruttivi e l’economia illegale, il Consiglio Nazionale dell’Economia e del Lavoro, presieduto dal sen. prof. Tiziano Treu, ha costituito,  la “Consulta sul lavoro autonomo e le professioni”, nell’ambito della Commissione Informazione e Lavoro, e l’Osservatorio socio-economico sulla legalità, nell’ambito della Commissione istruttoria II - Politiche sociali e sviluppo sostenibile. 

La Consulta sul lavoro autonomo e le professioni, formata dai consiglieri Maria Malatesta, Gaetano Stella, Tommaso Di Fazio e da Anna Rita Fioroni, senatrice della Repubblica Italiana nella XVI legislatura, predisporrà una relazione semestrale sui principali aspetti del lavoro autonomo e delle professioni intellettuali. La relazione analizzerà il funzionamento dell’apprendistato; le procedure di accesso alle professioni anche in relazione alla legislazione dell’Ue; lo stato della formazione continua e dell’apprendimento; le best practices seguite a livello di Unione Europea e delle Regioni italiane. La Consulta si è data l’obiettivo, inoltre, di valutare la necessità di ulteriori regolamentazioni o semplificazioni in settori a scarsa o insufficiente regolazione. 

L’Osservatorio sulla legalità, invece, di cui fanno parte il consigliere Luciano Silvestri, il prof. Guido Maria Rey e la prof.ssa Stefania Pellegrini, predisporrà un rapporto semestrale sugli effetti economici dei fenomeni corruttivi e dell’economia illegale. I lavori dell’Osservatorio si avvarranno, attraverso audizioni e collaborazioni, del contributo di diversi enti, tra cui il Ministero della Giustizia, l’ANAC, la Banca d’Italia, la Corte dei Conti e la Guardia di Finanza. 

L’Osservatorio, inoltre, avvierà una ricognizione delle differenti metodologie, anche internazionali, per la valutazione quantitativa dei fenomeni corruttivi e presenterà entro il 31 ottobre di ogni anno un documento di osservazioni e proposte per la Camera dei Deputati e il Senato della Repubblica.


Articolo Precedente BES E MODELLO ECONOMICO DELLE REGIONI AL CENTRO DELL'ASSEMBLEA DEL CNEL
Articolo Successivo PELUFFO: PRIMA CONSULTAZIONE PUBBLICA DEL CNEL SULLE RIFORME UE
Stampa
1436 Valuta questo articolo:
Nessuna valutazione

Name:
Email:
Subject:
Message:
x

Cerca nell'Archivio

Calendario

«gennaio 2020»
lunmarmergiovensabdom
30311234
987

MOBILITÀ LAVORATIVA IN EUROPA OSTACOLATA DALLE DIFFERENZE CONTRATTUALI

Il dato emerge dalle prime analisi del progetto Colbar-Europe. Cavallini (Cnel): "Per la prima volta abbiamo un’analisi comparata degli istituti contrattuali in tutti i Paesi UE"

Read more
5
67891011
995

SERVIZI PUBBLICI: AUMENTA IL DIVARIO NORD-SUD

Il dato emerge dalla Relazione 2019 del CNEL al Parlamento e al Governo sulla qualità dei servizi erogati dalle PA centrali e locali che sarà presentata il 15 gennaio. Interverrà la Ministra Fabiana Dadone

Read more
12
13141516171819
1006

TREU: IL CNEL SEDE NATURALE PER IL COMITATO PER LA PRODUTTIVITÀ

Già operativo in 10 Paesi UE, è strategico per sostenere la politica economica
Read more
20212223242526
272829303112
3456789