Archivio Primo Piano

LE AUDIZIONI DEL CNEL SU ENERGIA E SVILUPPO SOSTENIBILE
/ Categorie: Primo Piano, Audizione

LE AUDIZIONI DEL CNEL SU ENERGIA E SVILUPPO SOSTENIBILE

Il Consiglio Nazionale dell’Economia e del Lavoro, nel quadro delle proprie attribuzioni, ha avviato un ampio ciclo di audizioni istruttorie sui temi collegati allo sviluppo sostenibile e alle fonti di energia.

 

Alle sessioni di lavoro, iniziate nel mese di giugno, sono intervenute davanti ai membri della Commissione Politiche Economiche per portare il loro contributo ben 20 tra Amministrazioni Pubbliche, enti competenti, grandi imprese e le parti sociali rappresentate in Consiglio.

 

Tra i soggetti ascoltati fino ad oggi ci sono il Ministero dello Sviluppo Economico, il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, Confindustria, Cgil, Cisl e Uil ma anche associazioni di categoria come Assopetroli e dei consumatori, Adiconsum. Tra le grandi imprese Enel, Snam e negli ultimi giorni Trenitalia, RFI e Terna. Nel mese di novembre si svolgerà l’audizione di Eni.  

 

Tra i temi affrontati figurano quelli riconducibili a grandi filoni come le ricadute economiche e occupazionali, le prospettive del nuovo quadro normativo europeo, le innovazioni delle politiche energetiche e ambientali in vista della definizione del Piano Nazionale Integrato Energia e clima 2030 e per la decarbonizzazione, gli strumenti della programmazione nazionale e le policy contemplate, le opportunità delle fonti rinnovabili e delle geo-risorse, le politiche di efficientamento energetico in un’ottica trasversale sui vari settori economici e produttivi, le interdipendenze con il sistema delle infrastrutture e reti e della  logistica, le politiche di incentivo e sostegno al settore.

 

Al termine di questo lavoro istruttorio, il CNEL, sulla base delle istanze raccolte nella fase di ascolto e approfondimento, come già fatto recentemente per la logistica attraverso le audizioni di 34 soggetti del settore, si pronuncerà con un documento di Osservazioni e proposte al Governo, al Parlamento e ai Ministeri interessati e darà seguito a un’iniziativa legislativa ai sensi dell’art. 99 della Costituzione.

Articolo Precedente Martedì 29 ottobre l'Assemblea del CNEL
Articolo Successivo LAVORO, PROGRAMMARE L’INGRESSO DI STRANIERI IN ITALIA
Stampa
755 Valuta questo articolo:
Nessuna valutazione

Name:
Email:
Subject:
Message:
x

Cerca nell'Archivio

Calendario

«gennaio 2020»
lunmarmergiovensabdom
30311234
987

MOBILITÀ LAVORATIVA IN EUROPA OSTACOLATA DALLE DIFFERENZE CONTRATTUALI

Il dato emerge dalle prime analisi del progetto Colbar-Europe. Cavallini (Cnel): "Per la prima volta abbiamo un’analisi comparata degli istituti contrattuali in tutti i Paesi UE"

Read more
5
67891011
995

SERVIZI PUBBLICI: AUMENTA IL DIVARIO NORD-SUD

Il dato emerge dalla Relazione 2019 del CNEL al Parlamento e al Governo sulla qualità dei servizi erogati dalle PA centrali e locali che sarà presentata il 15 gennaio. Interverrà la Ministra Fabiana Dadone

Read more
12
13141516171819
1006

TREU: IL CNEL SEDE NATURALE PER IL COMITATO PER LA PRODUTTIVITÀ

Già operativo in 10 Paesi UE, è strategico per sostenere la politica economica
Read more
20212223242526
272829303112
3456789